Svegliamoci ragazzi!

23 Giugno 2011 by in category Curiosità & More with 0 and 0
Home > BLOG > Curiosità & More > Svegliamoci ragazzi!


L’altro giorno dal mio commercialista si parlava della situazione dei miei coetanei (30enni o giù/su di li) e della svogliatezza con cui affrontano il mondo del lavoro e le incombenze, le problematiche ad esso legate.

In particolare si parlava della cosiddetta “precarietà”…
in sostanza i precari si lamentano di esserlo, in quanto legati alla propria azienda ormai con un filo molto sottile e che può facilmente essere reciso. Ci dicevamo che la crisi ha senz’altro portato tanti nostri coetanei a sentirsi allo sbaraglio e senza punti di riferimento, con le conseguenze del caso…

Cavolo e come biasimare chi per magari 10/15 anni ha lavorato in un’azienda dedicando tempo e passione al proprio lavoro, poi si trova senza punti di riferimento?

Purtroppo la tendenza per il mercato del lavoro nei prossimi anni sarà l’outsourcing, sempre più, il lavorò verrà fatto da professionisti con partita iva. Meno costosi in termini puramente economici e più facilmente intercambiabili se non ritenuti validi.

Non è bello da dire, ma ora bisogna tirar fuori le palle, non si può più tirare a campare, ragazzi…

Basta con il piangersi addosso e incolpare il nostro ex capo o il sistema o la politica o qualunque altra “entità superiore” invincibile e cattiva…
Cominciamo a pensare a come noi possiamo modificare la situazione, sfruttando questa situazione, vedendola in modo positivo invece che in negativo.

Chi tirerà fuori gli attributi avrà maggiori possibilità rispetto chi piagnucola e si lamenta!

I momenti di crisi possono essere visti come negativi, quindi portarci allo sfacelo… io li vedo come opportunità per cambiare, per mettersi in gioco e per differenziarsi dagli altri.

Proponete nuove idee, tentate nuove strade, reinventatevi imprenditori di voi stessi…

L’Italia ormai è in mano a dinosauri abbruttiti e aggrappati al passato… sta a noi cambiare affidandoci alle persone che più ci danno fiducia e certezze per il futuro: noi stessi.

SVEGLIAAAAAAA!!!