Stay hungry, stay foolish

12 Luglio 2011 by in category Curiosità & More with 0 and 0
Home > BLOG > Curiosità & More > Stay hungry, stay foolish


Beh parlare di Steve Jobs (fondatore della Apple) forse può essere banale, ma senz’altro dopo aver letto un libro come “Steve Jobs l’uomo che ha inventato il futuro”, non si può rimanere indifferenti.

Mi è piaciuto parecchio, una biografia scritta da chi ha lavorato con lui per parecchio tempo, Jay Elliott, il quale ne è stato influenzato moltissimo.
Se solamente leggendo un libro se ne è influenzati, senz’altro chi ci ha lavorato a fianco non può che averne assunto quasi le sembianze…

A parte queste mie digressioni, mi è sembrato che Jobs abbia passato fino ad ora una vita intensissima di soddisfazioni, ma il libro ne mostra anche i parecchi insuccessi…

Ciò vuol dire che anche un fenomeno, un extraterrestre come il fondatore della Apple possa avere i suoi punti deboli e comunque sappia riemergere sempre da un insuccesso crescendo come persona e come imprenditore.

Incoraggiante, no, anche se non ci chiamiamo Jobs abbiamo anche noi delle possibilità.

Ciò cosa vuol dire? che Jobs comunque come tutti noi mortali è facile che cada in errore, ma ha saputo rialzarsi e risalire la china. E con il tempo vincere le proprie sfide, arrivando a creare una delle più importanti aziende del mondo.

In questo video www.youtube.com/watch?v=oObxNDYyZPs tratto da youtube, Jobs, che non è laureato, fa un discorso bellissimo ai neolaureati dell’università di Stanford nel 2005: Jobs è un comunicatore incredibile e fa loro un discorso veramente intenso e coinvolgente.

Stay hungry, stay fool: rimanete affamati, rimanete folli. Il succo del suo discorso.

Jobs è un vero “visionario”, ma proprio questa sua fame e questa follia gli hanno permesso di vedere il futuro prima degli altri e anticiparlo, senz’altro con i suoi prodotti, ma ancor più con la sua filosofia imprenditoriale.

Pertanto anche in un periodo particolare come quello che stiamo vivendo penso che rimanere folli sia indispensabile. Affamati lo siamo già un po’ tutti, no?

Lo consiglio, sia il libro che il filmato (sottotitolato in Italiano)… che il Mac.