Home > BLOG > Consigli di comunicazione > CONSIGLI PER L’ORGANIZZAZIONE DELLA COMUNICAZIONE AZIENDALE – 2

Nel post precedente avevo anticipato che avrei proposto nuovi spunti su:
– Elaborazione di un briefing
– Scelta degli strumenti
– Continuità delle uscite pubblicitarie
– ….quello che mi viene in mente che possa interessare il lettore.

Quindi eccoci qua! 

Studio Castelli ADV

ELABORAZIONE DI UN BRIEFING
Elaborare un briefing è fondamentale per avviare qualunque progetto di comunicazione: pagine pubblicitarie su riviste di settore, realizzazione di una brochure, campagna di affissioni… insomma senza il brief l’agenzia non va molto lontano.
Innanzitutto spieghiamo cos’è il brief: è un insieme di informazioni e istruzioni che vengono forniti all’agenzia per consentirle di “instradare” la propria creatività.
Nel brief sono esposte tutte le risposte alle domande che normalmente ci si pone in agenzia: obiettivi della comunicazione, pubblico di riferimento-target, concorrenti, vantaggi del prodotto rispetto ai competitors, ecc…

Insomma si descrivono minuziosamente le aspettative e si forniscono informazioni su prodotto o azienda.
Questo documento può essere fornito dall’azienda cliente oppure (come normalmente faccio io) può essere stilato insieme al cliente.
Ecco un link a wikipedia per la definizione di Brief.

 

SCELTA DEGLI STRUMENTI
Necessario scegliere gli strumenti giusti di comunicazione per comunicare i nostri prodotti o servizi al nostro pubblico di riferimento.

Cosa vuol dire scegliere gli strumenti?
Definire se promuovere il nostro nuovo servizio utilizzando internet, con un’azione di email marketing, oppure decidere di divulgare la nostra attività tramite pagine pubblicitarie su quotidiani locali, oppure scegliere se partecipare a una fiera di settore.

Questo ovviamente richiede al manager di conoscere bene i propri potenziali clienti: un servizio dedicato ai 16enni richiederà un’azione promozionale incentrata sui social network differente rispetto a quella richiesta per conquistare un pubblico di over 60 che magari apprezza una pagina pubblicitaria sul quotidiano nazionale.

CONTINUITÀ NELLE USCITE
La comunicazione e il marketing sono processi che richiedono costanza, continuità, tenacia.

Non pensiamo che con un semplice giro di volantinaggio il nostro nuovo locale diventi il punto di riferimento della movida cittadina.
Spesso aziende in difficoltà si rivolgono alle agenzie per un’azione pubblicitaria a spot, quando ormai è troppo tardi, pensando di ottenere risultati immediati e duraturi.
Purtroppo non funziona così: bisogna guadagnarsi il proprio spazio con la continuità.

…non mi viene in mente altro, per oggi!

Alla prossima con altri spunti interessanti