Consigli per l'organizzazione
della comunicazione aziendale/7

24 Agosto 2012 by in category Consigli di comunicazione with 0 and 0
Home > BLOG > Consigli di comunicazione > CONSIGLI PER L’ORGANIZZAZIONE DELLA COMUNICAZIONE AZIENDALE – 7

Utilizzare i media alternativi

In un momento particolare come questo, in cui tutti i budget destinati alla comunicazione hanno subito un drastico taglio a tutti i livelli di azienda, diventa fondamentale avere gli occhi bene aperti e preferire dei canali pubblicitari alternativi a quelli classici.
Alcuni media alternativi hanno costi decisamente inferiori rispetto ai tradizionali mezzi di comunicazione.

Ad esempio, se volessi pubblicizzare un evento sarebbe più economico utilizzare una decorazione di autobus di linea cittadni piuttosto che pagare una settimana di uscite pubblicitarie sul quotidiano locale.


Segnalare una nuova offerta promozionale per un prodotto alimentare può essere più economico personalizzando i carrelli per la spesa all’interno dei supermercati dove viene venduto il prodotto, piuttosto che con uno spot radiofonico o televisivo.

Con i media alternativi il nostro pubblico di riferimento può essere raggiunto con costi inferiori altrettanto (se non di più) efficacemente.

Esempi di pubblicità su mezzi alternativi

Come selezionare i mezzi alternativi più efficaci?
Innanzitutto è necessario fare ricerche approfondite, valutando che i costi del mezzo siano di rapido ritorno e valutando che sia correlato al nostro cliente tipo.

Il mezzo che scegliamo dev’essere strettamente collegato al nostro cliente ideale: ciò comporta che i messaggi pubblicitari vengano segmentati, così come il nostro pubblico di riferimento. Se vogliamo proporre degli integratori alimentari a degli sportivi dovremo creare un messaggio differente rispetto a quello che creeremmo per conquistare  un pubblico di anziani.

Fondamentale è quindi consultare la propria agenzia di fiducia: solo con l’apporto di un professionista potrai raggiungere gli obiettivi più importanti sfruttando le infinite potenzialità della comunicazione.