Google: è così difficile usarlo?

12 Dicembre 2013 by in category Curiosità & More with 0 and 0
Home > BLOG > Curiosità & More > Google: è così difficile usarlo?

“Ciao, avrei un problema, non so come inserire la firma nella mia mail…”
“Ciao, potresti passarmi i contatti dell’azienda Lorem Ipsum?”
“Ciao, sai quali sono gli orari dell’associazione Sempronio?”

“Ciao, non so come installare tal programma, puoi aiutarmi?”
 …

Immagino non sia capitato solo a me… Sei immerso nel tuo lavoro, stai impaginando qualcosa di urgente, stai stendendo un preventivo, sei nel mezzo di una telefonata, quando, all’improvviso, appare lei: la persona-con-un-problema
Che poi non è un problema vero, anzi. Il più delle volte è qualcosa di estremamente semplice e velocemente risolvibile. Solo che la persona non sa come. E si rivolge a te.

Sia chiaro, tu non c’entri nulla, e nemmeno dovresti esser tirato in ballo.

Dicevamo, il 99% delle volte problema in questione è risolvibile grazie al sito più diffuso al mondo: Google.
Basta una ricerca su Google, e 9 volte e 3/4 su 10, trovi la soluzione che ti serve, perchè di certo sarà già capitato a qualcun’altro. Facile, veloce, risolto.

Perchè è così difficile per la persona-con-un-problema aprire Google e cercare quello che serve? Credo sia una di quelle domande che non otterranno mai risposta… (in effetti stiamo valutando se chiamare la redazione di “Mistero”).

Per fortuna, qualcuno ha sentito il richiamo d’aiuto nostro e di tutte quelle persone che vengono scambiate per infopoint o centri d’assistenza…
Da qualche anno lmgt4y, acronimo di “Let me Google that 4 you”, “Te lo cerco io su Google”, salva l’esistenza a noi poveri disgraziati persone con l’aria affidabile al quale vengono poste queste richieste quasi assurde.

Come funziona? Il sito è (ovviamente) collegato a Google, e inserendo la nostra stringa di ricerca, cliccando su “Cerca su Google” viene generato in automatico un link che poi potremo mandare al nostro amico-con-un-problema.
Gli apparirà in automatico la pagina di ricerca, dove apparirà la scritta che abbiamo cercato e, prima di caricare i risultati, uscirà la frase “Era così difficile?”.

Un modo carino per dire “cercalo tu, la prossima volta”. Una piccola speranza.

(anche se io personalmente, non ci credo tanto.)